Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clikka sul pulsante "Leggi l'informativa".

Chiudendo questo banner tramite il pulsante "OK" acconsenti all’uso dei cookie.

Editoriale (CdSG 2/09)

Condividi l'articolo

Editoriale

Onorandi e Carissimi Confratelli,

Carissime Consorelle,

Carissimi Amici Lettori,

Continon avremmo mai pensato che il primo numero del nostro notiziario suscitasse in Voi tutti l’interesse ed il plauso che ha suscitato: è stato un vero piacere ricevere, come abbiamo ricevuto, tante cordiali attestazioni di apprezzamento; numerosi fra i Confratelli e le Consorelle e tanti Amici, hanno telefonato a me o agli altri membri del Consiglio, o addirittura scritto, per complimentarsi dell’iniziativa, chiedendo che essa possa proseguire anche per il futuro.

 

Confortati da questa sorprendente benevolenza, come detto superiore ad ogni nostra pur rosea aspettativa, ecco che abbiamo realizzato anche un secondo numero che presento con piacere, sperando che con esso e con le pubblicazioni che, come ci auguriamo, verranno, si rinnovi anche l’apprezzamento.

 

In questo secondo numero Vi invito a soffermarVi innanzitutto sugli insegnamenti del Santo Padre Benedetto XVI relativamente alla solennità del Corpus Domini

 

Un articolo relativo alla storia del nostro sodalizio forse potrà destare la Vostra curiosità: è un sunto della vita dell’Eminentissimo Cardinale Carlo Bichi, Confratello della Compagnia di San Galgano vissuto fra Sei e

 

Settecento; con esso si vuol inaugurare una serie di brevi biografie dei Confratelli più “illustri”.

 

La notizia dell’omaggio compiuto nei confronti del nostro celeste concittadino e glorioso patrono San Galgano

 

dai membri di uno degli ordini cavallereschi più prestigiosi di tutto il mondo, occupa altre pagine del nostro

 

notiziario: il 24 maggio scorso si è infatti tenuto il pellegrinaggio dei Cavalieri e dalle Dame della delegazione

 

toscana del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio all’eremo di Monte Siepi: ne diamo la

 

cronaca dettagliata.

 

Ci sembrava più che opportuno inserire la commemorazione del cinquantesimo anniversario della morte di Monsignor Dante Mazzinghi, che è stato Proposto di Chiusdino per trentotto anni, dal 1922 al ’59, ed il cui ricordo è ancora vivo tra quanti lo conobbero, un anniversario che cadrà esattamente il 19 dicembre prossimo, ma che è già stato anticipato con una Messa in suffragio nello scorso mese di maggio.

 

Come potete vedere, per inserire tutto questo materiale, ed anche molte fotografie che alleggerissero un po’ i testi, abbiamo aumentato di quattro pagine questo numero del notiziario, che quindi sale da otto a dodici pagine.

 

Chissà se ciò potrà ripetersi anche in futuro?

 

A tutti Voi chiediamo il sostegno della preghiera: che Iddio benedetto voglia il proseguimento della nostra opera, per l’intercessione della Madonna delle Grazie e di San Galgano!

Cav. Prof. Andrea Conti

Priore Generale

 

Condividi l'articolo